lunedì 29 maggio 2017

5 minuti importanti

Da quando sono mamma ho scoperto che nel database di ogni bambino, ci sono alcune frasi e domande installate direttamente nel loro cervello in fase di "creazione" e una di queste è MAMMA ANCORA CINQUE MINUTI!!!!!

- Lorenzo alzati è ora di andare a scuola...NO ANCORA 5 MINUTI ( ma qui lo posso capire..)
- E' pronto a tavola!!!  NO MAMMA ANCORA 5 MINUTI...
- Andiamo a casa dai...  NO MAMMA DI GIA'?? ANCORA 5 MINUTI....

Questi benedetti 5 minuti mi inseguono in ogni azione quotidiana, prima della nanna, al risveglio, prima di uscire o prima di rientrare. Ma io questi 5 minuti non li ho proprio, vivo di incastri, facendo combaciare ogni momento della frillyfamily, indosso il mantello da supermamma e non mi fermo mai.
Ho sempre pensato che fosse giusto così, organizzata, incastrata, dalle 4 del mattino fino a mezzanotte. Poi un giorno, di fronte alle parole di Cino, il mio castello di tetris è crollato...
"Mamma ma andiamo sempre di corsa, perchè non possiamo camminare e giocare un pò di più? Poi sarai vecchietta e non potrai più giocare con me!"
Avrei voluto rispondere che però avevo cucinato le sue polpette preferite, che avevo lavato per la centesima volta la sua magliatta che lo fa sentire bello, fatto la spesa, sistemato i giochi, preparato l'impasto per i biscotti e... mah...niente, non sono riuscita a dire assolutamente nulla.
Forse per essere una supermamma non serve il mantello, ma quei 5 minuti così importanti. Non mangeremo polpette stasera, e non taglieremo biscotti dalle forme strane (o forse mentre dormirai preparerò l'impasto lo stesso), domattina ti sveglierò e per 5 minuti mi sdraierò vicino a te e ti farò il solletico, usciremo di casa 5 minuti prima per poi fare a gara fuori scuola per 5 minuti, e ti ripeterò fino alla nausea quanto sei speciale.

E' anche vero che quei 5 minuti non bastano mai, anche perchè Lorenzo ancora non ha imparato bene le ore e i minuti, e per questo ho preparato questo orologio DIY, così il mio piccolo grande supereroe può capire quanti sono 5 minuti.
Vi spiego come farlo...

- un rotolo della carta mani
- forbici e colla stick
- fermacampione
- cartocini colorati
- il modello printable dell'orologio QUI 



Scarica QUI il file con l'orologio e dopo aver ritagliato cinturino e quadrante, ritaglia anche una parte del rotolo di carta mani, alta come la fascetta del cinturino. Incolla il cinturino e mentre la colla tira, ritaglia col cartoncino colorato due triangolini che saranno le due freccette. Fora il centro del quadrante e le freccette e blocca il tutto col fermacampione. Ho provato a incollare il quadrante al cinturino. ma la soluzione migliore è forare anche il cinturino e usare il fermacampione per unire tutto. Potete poi fermare il cinturino con un pezzetto di washitape.


L'orologio per il mio supereroe è pronto, se volete una deliziosa versione da femminuccia la trovate sul blog della mia amica Giulia Lepetitrabbit, insieme abbiamo pensato e studiato questo tutorial per voi.


Questo post nasce in collaborazione con Daniel Wellington, in occasione della Summer Campaign fino al 5 giugno a chi compra un orologio con cinturino in pelle, verrà regalato un cinturino in omaggio. Io ho scelto il Classic Black, mi ha del tutto rapita e se pensate di acquistrlo o fare un regalo potete utilizzare il codice PINKFRILLY per ottenere uno sconto del 15%.

Ora ho giusto 5 minuti per andare a prendere un gelato, Cino mi ricorda che è l'ora della merenda, guarda il suo super orologio fiero, anche io guardo il mio orologio, fiera di "guardarlo" con occhi diversi, e soprattutto prima che io sia troppo "vecchietta".




martedì 9 maggio 2017

Pink Frilly e Play-Doh, la fantasia in un vasetto

Quando ero bambina mi trovavo spesso a giocare da sola e a disegnare e inventare mondi fantastici, c'era il signor ragno che veniva trasformato in un principe, che poi però era poco principesco e veniva trasformato di nuovo in una rana. Le mie fantasie spesso prendevano forma con le paste modellabili e Play-doh mi accompagnava nei pomeriggi mentre attendevo il ritorno della mia mamma dal lavoro.
Da mamma, oggi, quando Cino mi martella con i suoi "mamma che posso fare?" "mamma voglio giocare con te, ma non so a che cosa..", scelgo di animare con lui quei mondi fantastici, e ogni volta creiamo un nuovo personaggio. Play-Doh è il nostro fedele compagno, perchè quando apri un vasetto Play-Doh, apri un vasetto di immaginazione, e quella pallina profumata e colorata in un attimo prende forma e vita.
Play-Doh è sicuro al 100% privo totalmente di sostanze tossiche, cosa che mi rende ancora più tranquilla, mi rilassa arrotolare le palline e impastare i colori, mi porta indietro nel tempo e sono perdutamente innamorata dell'espressione concentrata di Cino mentre con le manine crea le sue magie, attento, curioso, con la linguetta di fuori per l'impegno, non posso non essere felice. La manipolazione è importantissima e aiuta sia lo sviluppo tattile che la fantasia del bambino a crescere e svilupparsi.


Oggi siamo cuochi, o meglio Lorenzo è il capo Chef , io mi alterno tra la cliente della sua trattoria "Da Cino" e la sua aiutante che va a fargli la spesa.
Il menù di oggi prevede "spaghetti al pomodoro e polpette" e "ravioli alla Cino", una specialità che vi consiglio assolutamente di provare.
Cino mi aiuta molto in cucina, quindi sa come si fanno i ravioli, ma con lo stampino Play-Doh vengono perfetti..e la gioia del suo sorriso è il mio premio.


Ora non ci resta che preparare gli spaghetti con le polpette, uno dei suoi piatti preferiti, e con la pressa del Set Pasta Play-Doh viene voglia proprio di mangiarli subito all'istante. Adoro questo kit, è perfetto per il mio chef, ma come questo ce ne sono tantissimi altri e tanti meravigliosi vasetti colorati, perfetti per arricchire il nostro gioco, adoro il momento in cui apriamo un barattolino nuovo e quel suo profumo buono si sprigiona. Io che alla fine del gioco cerco di ricomporre i vasetti con gli avanzi di colore, lui che invece mischia tutto perchè ama l'arcobaleno.


In questa trattoria si mangia davvero bene, solo che questo giovane cuoco ogni tanto ancora scorda le doppie...e se la maestra lo dovesse scoprire , gli ruberebbe il grembiule! Se volete scaricare il menù e la lista della spesa, li trovate QUI, un regalino per voi.




Giocheremo e impasteremo le mani nella fantasia, sarà un'occasione per conoscersi, fare due chiacchiere, ridere e scambiarsi qualche abbraccio frilloso, che ne dite, volete partecipare a questo laboratorio delizioso per i bambini e per le loro mamme?
Per info e prenotazioni cliccate QUI e non perdete tempo


                            Io e Cino vi aspettiamo, chi viene?

 

mercoledì 26 aprile 2017

Workshop Pink Frilly fiori di carta

Da bambina con mia madre, adoravo piegare e ritagliare tantissimi fiori di carta, riempivo casa di mia nonna e li portavo alla maestra. Ho sempre amato i fiori, soprattutto i fiori primaverili, anemoni, ranuncoli, narcisi, tulipani, colori fresci e frizzanti, mille sfumature di rosa.. e secondo la perfetta Legge di Murphie, ho sposato un uomo che non mi regala mai fiori, mi sembra giusto no? Per fortuna ci pensa Cino col suo animo romantico e sognatore a ricordare al papà che ogni tanto un fiorellino per la mamma può essere un bel regalo.
Quei fiori di carta che però facevo da bambina non ho smesso di farli, anzi ne ho fatti tanti, piccoli ed enormi, li guardo e ogni volta ne sono innamorata.



Vi va di provare a fare qualche fiore insieme? Il 6 maggio alle 15.00 vi aspetto qui nella Frillhouse a Roma, per passare un pomeriggio insieme, tra carta, fiori, chiacchiere, risate e una merenda golosa.
Il workshop ha una durata di 3 ore circa , per info, costi e prenotazioni scrivetemi a:
                                                              pinkfrilly@gmail.com



Io torno a produrre fiori, ne sto facendo di belli per una bimba speciale... ma prima di andar via ditemi qual è il vostro fiore preferito.
Vi aspetto il 6 maggio...