martedì 24 marzo 2015

Partecipazione vintage e sacchetti di stoffa

Quando ho conosciuto Simona e Giuliano, sono rimasta affascinata dal loro entusiasmo, un sorriso contagioso, lei determinata e sicura ha esordito così :"Ho visto il tuo blog, amo i tuoi lavori, voglio te!" . Beh che dire, una vera coccola per la mia autostima. Simona è romantica, ma anche molto pratica, non vuole fiori o troppi ghirigori, un punto di rosa, ma poi colori neutri e grafiche vintage.
Per lei la cartolina vintage è perfetta, la addolciamo con qualche cuore rosa, lo stesso rosa che poi avremo sui sacchetti. Li ho cuciti con tanto amore, li adoro veramente e credo siano una bomboniera proprio carina, mangiati i confetti, ti resta il sacchetto. Io ce li ho nei cassetti con dentro gessi profumati, sono pratici profumabiancheria.


Che ne pensate? Non sono adorabili? Nell'attesa di una profumata primavera che con i suoi raggi di sole ci scaldi le giornate vi mando mille baci frillosi.




lunedì 16 marzo 2015

"A casa con Frilly" #8

Buongiorno, anche se guardando fuori dalla finestra oggi vedo solo grigio e non mi mette di certo di buonumore, ma pazienza, come sempre il colore io me lo creo qui dentro.
Oggi è l'ultimo appuntamento di "A casa con Frilly", l'ultimo dettaglio della Cino camera.
Lorenzo ama disegnare, per fortuna ha preso da me hihihihih, e non è mai stato uno di quei bambini che ti pitturano le pareti grazie a Dio, non ha mai visto nel muro del soggiorno un mega A4 pronto  da colorare, ha sempre preferito la carta e i suoi mille pennarelli. Da tempo volevo comprargli una di quelle lavagne col cavalleto per farlo divertire un pò, ma lo spazio è poco e occupare preziosissimi cm con quel cavalletto non mi andava proprio, quindi ho deciso di pitturargli il retro della sua porta con la vernice lavagna.


Il legno era satinato quindi un pò ho dovuto carteggiare, ma non tanto perchè cmq non veniva via la patina semilucida. Poi ho dato 2 mani di basa aggrappante bianca, sempre col mio fedele pennello, ma se volete potete utilizzare anche un mini rullo liscio.
Dopo 2 giorni che l'aggrappante era ben asciutto ho iniziato a colorare con la vernice lavagna, ho scelto la TO-DO Fleur , ho steso 3 mani per intensificare bene il nero, ho pastricciato un pò come ogni volta, xchè sono sempre semplicemente imperfetta, e man mano che il nero si scuriva, io ero sempre più fiera e soddisfatta.


Infine ho decorato la porta col del washitape, simulando la sagoma di una casetta (un pò storta) per delineare un pò lo spazio in cui disehnare, in modo che nella parte sopra possiamo attaccare qualcuno dei suoi capolavori. Il montante della porta l'ho lasciato color legno perchè nel tempo ho scritto le sue misure, lo faceva la mia nonnina in cucina, mi metteva sulla porta e ogni volta una tacca con la matita "Vediamo se sei cresciuta bella di nonna..." e io l'ho fatto con lui, solo che è Cino a dirmi "Mamma, vediamo se sono cresciuto!!"



Ora non gli resta che prendere i suoi gessetti colorati e divertirsi, ma credo che in quello sia bravissimo, ogni tanto lo sento chiudere la porta e scribacchiare chiacchierando o canticchiando, poi mi chiama e col sorriso dolce e fubetto mi descrive e racconta le storie favolose che ha disegnato.
Lo amo!


Spero che questo percorso insieme, qui nella frillhouse vi sia piaciuto e servito di ispirazione per qualche diy in casa, per ora mi fermo, ma sapete bene che il mio criceto non si ferma mai quindi, volete che intanto io non trovi un altro angoletto da rinnovare? Vi aspetto sempre qui, buona settimana a tutte!


giovedì 12 marzo 2015

Do what you love

"Do what you love", fai ciò che ami, è la frase che Anabella di mywahitape ha scelto come leitmotiv dell'anno. E come solo lei sa fare, piena di carica e entusiasmo ha coinvolto alcune creative a reinterpretare su carta questa frase, per condividerla insieme.
Quante volte a lavoro ti rendi conto che sognavi altro, oppure pur essendo fortunata a fare ciò che ti piace, ti ritrovi a non esserne soddisfatta, quante volte a casa vorresti trovare un momento per te, e invece la routine quotidiana ti ingoia inesorabilmente, e rimandi, rimandi fino a dimenticare.
Beh, sarebbe bello trovare un attimo per fare ciò che ti piace, ciò che ti rende felice, che ti ricarica, un disegno, una passeggiata, una corsa, una chiacchierata con le amiche, una torta golosa, un qualcosa di creativo, o tante tante coccole con chi ami. Ogni tanto trova il tempo di fermarti e fare ciò che ami.


Io tra mille cose ci provo. Mi fermo e creo, tra colori pastello e pois, il mio mondo che amo e che mi fa star bene, se vi piace potete scaricare QUI la mia cartolina.



Grazie Anabella per avermi permesso di condividere con voi questo momento, e voi trovate un pochino di tempo per fare ciò che amate?